The conflict manager

The conflict manager. Il percorso formativo ha quale obiettivo primario quello di analizzare con i partecipanti la mentalità del conflict manager e le sue caratteristiche intrinseche a livello cognitivo. 

The conflict manager

Obiettivi

The conflict manager è colui che ha lavorato sulle proprie skilss professionali, comportamentali e psicologiche, atte all’affrontare e risolvere i conflitti interni ed esterni all’azienda; i peggiori nemici aziendali sono, infatti, come si evince da molteplici ricerche, i conflitti, soprattutto quelli latenti.

Per vari motivi le organizzazioni non lavorano in modo “consapevole” sul conflitto e lo lasciano agire; l’azione interna del conflitto è devastante, disgregante e impatta su flussi produttivi ed efficacia lavorativa.

“Il conflitto è inevitabile, soprattutto in un contesto organizzativo” il modo in cui lo affrontiamo è ciò che conta e cambia le cose.

La mentalità trasformativa è il primo passo per affrontare un conflitto.

Nel percorso formativo si lavorerà su:

Sono diversi i requisiti che vengono richiesti a uno “specialista” della risoluzione dei conflitti: occorre essere in grado di riconoscere e leggere le dinamiche conflittuali in ottica Trasformativa (vedi Galtung) ed in chiave sia intrapersonale, che interpersonale e di gruppo.

E’ fondante che il conflict manager sia un buon ascoltatore, conosca la psicologia del conflitto, delle emozioni, della comunicazione e del negoziato.

E’ indispensabile possedere particolari competenze che possono essere acquisite attraverso percorsi di studio mirati.

STRUTTURA DEL CORSO: il corso si articola su una struttura di 3 giornate formative di 8 ore ciascuna

Primo giorno:

Brevi note teoriche: un excursus sulla psicologia del conflitto ENTRARE NEL CONFLITTO.
Riconoscere i diversi tipi di conflitto e le relative cause. L’escalation del conflitto (Galsl). Approccio e metodologie di gestione dei conflitti: capire, agire, creare, prevenire. Percezioni di parte, analizzare le percezioni. Come migliorare la comunicazione: ascoltare, domandare, parlare. Le emozioni ed il conflitto: conflitti interpersonali, intrapersonali, intergruppo, intragruppo. Negoziare con ciascuna delle parti e aiutarle a negoziare tra loro. L’approccio trasformativo e la cooperazione: i modelli di Galtung e Folger.

CARATTERISTICHE E TECNICALITA’ PER APPROFONDIRE, AFFRONTARE E GESTIRE IL CONFLITTO:

FOCUS:

Secondo giorno:

LA COMUNICAZIONE POSITIVA E ASSERTIVA INFLUENZA LA DINAMICA DEL CONFLITTO

PNL E COACH APPROACH:

IL CONFLITTO TRASFORMATIVO – VANTAGGI

Terzo giorno:

Consigliata una giornata di follow up a distanza di uno/due mesi

E’ possibile fornire attività di consulenza sul conflict management:

Applicazione del Deming Cycle (PDCA) attraverso le 4 Fasi (circolari):

Alcuni dati

In America in Conflict manager è una figura importante e consolidata che aiuta l’organizzazione a districare e risolvere i propri conflitti interni e quelli esterni. Il 30% del tempo dei manger italiani è dedicato alla gestione dei conflitti aziendali; a rivelarlo è un’indagine, apparsa su ‘Italia Oggi’, dall’indagine è emerso che negli ultimi tre anni l’88% dei dirigenti ha fatto ricorso alla negoziazione. E’ in questo scenario che si inserisce il conflict manager, una figura professionale in grado di gestire e risolvere i conflitti, aiutando le parti a mettere a fuoco i loro reali interessi, spostando l’attenzione su obiettivi a medio e lungo termine, anziché focalizzarla sulle persone. Da studi americani si evince che il conflitto interno, tramite questa figura, si può abbassare del 50-55% e quello esterno anche fino al 70% con un considerevole risparmio economico da parte dell’organizzazione.

Note pratiche

A tutti i partecipanti verrà inviata una settimana prima del corso una SCHEDA STARS (strumento che viene utilizzato nel mondo anglosassone per l’analisi delle situazioni conflittuali) da compilare in tutte le sue parti raccontando tramite scrittura in prima persona un conflitto intrapersonale vissuto in azienda (un conflitto già “risolto”, recente o anche indietro nel tempo, del quale si abbiano chiari i risvolti pratici ed emotivi) con un collega, un collaboratore o il responsabile diretto; ognuno nella scelta avrà massima libertà.

Per informazioni compila il form

Scopri le nostre scuole

Corsi di francese collettivi, corsi di francese individuali, corsi di francese aziendali, corsi di francese via Skype, corsi di francese per bambini.

Preparati all’esame per la Certificazione DELF.

Corsi di inglese collettivi, corsi di inglese individuali, corsi di inglese aziendali, corsi di inglese via Skype, corsi di inglese per bambini.

Preparati all’esame per la Certificazioner Trinity

Corsi di spagnolo collettivi, corsi di spagnolo individuali, corsi di spagnolo aziendali, corsi di spagnolo business, corsi di spagnolo per bambini.

Preparati all’esame per la Certificazione D.e.l.e.

La Bitnet, centro di formazione informatica, certificata Microsoft Partner e Test Center Autorizzato AICA per il rilascio della PATENTE EUROPEA.

Team Building Out Door

Un percorso formativo davvero unico ed originale che
si snoda attraverso 10 weekend tematici